+39 0922 814607Lun-Dom: 9/13 - 15/19

    Rocca Gucciarda o Scogliu do Zitu e da Zita

    É un isolotto che dista circa 200 metri dalla spiaggia di Lido Rossello, raggiungibile con imbarcazioni o a nuoto. In prossimità della Rocca Gucciarda, soprattutto nella parte rivolta a sud il mare ha una profondità di circa  10 metri. Si presume che si sia formata in seguito all'erosione del Monte Rossello che copriva il tratto di mare fino all'isolotto di tufo arenario compatto di cui è costituito il monte e dal quale la leggenda racconta che i giovani Rosa e Peppe, innamorati, uniti per la vita e per la morte, si sarebbero buttati a capo fitto nel punto in cui spuntarono i due scogli (Scogliu do Zitu e da Zita come viene chiamato nella leggenda) che in profondità sono uniti da una sottile lingua di roccia, formando un isolotto con la scogliera su cui poggiava il monte.

    Il nome originario "Rocca Gucciarda" sembra che derivi da  cciarda che in dialetto è equivalente di appuntito, come risulta la superfice della roccia, particolarmente fastidiosa da calpestare a piedi nudi. 
    L'isolotto è di una roccia sedimentaria formata da clasti e molti organismi marini, spesso frammenti di gusci di molluschi, alghe o foraminiferi. Dal punto di vista geologico è un pezzo di roccia (formazione calcarenitica o sabbiosa calcarenitica) dell'era Quaternaria staccatosi dalla parte alta del Monte Rossello. Ha un'età geologica di cinquecentomila anni.

    Concerto sulla Rocca Gucciarda di Riki Ragusa